Implementazione di un modello termo-idrodinamico per predire l’effetto Morton

M. Antonini [1], D. Fausti [1], M. Mor [1],
[1] PoliBrixia s.r.l., Brescia, Italy

In questo documento, viene analizzato “l’effetto Morton”. Questo fenomeno è un tipo particolare di instabilità del rotore dovuta al riscaldamento del cuscinetto di banco non uniforme. In questo documento è stata fatta una panoramica dei lavori precedenti. Dopo questo studio preliminare, è stato scelto e analizzato un approccio specifico suggerito dalla letteratura. Un modello termico, un modello dinamico del rotore e un criterio di stabilità sono stati implementati con COMSOL®.

view more

Progetto, realizzazione e sperimentazione di un sistema automatico per la riabilitazione del gomito.

Progetto, realizzazione e sperimentazione di un sistema automatico per la riabilitazione del gomito.

Il dispositivo si classifica come un sistema automatico adatto sia per una riabilitazione di tipo passivo, CPM, che attivo o cooperante con il paziente.

Sulla base dei risultati ottenuti dalle prove cliniche del dispositivo (esposte nell’articolo) sono stati definiti i requisiti funzionali per il controllo dello stesso. Il design degli algoritmi di controllo e la loro implementazione è in corso. La finalità è quella di dotare il fisioterapista di uno strumento che non solo replichi le tipologie di ginnastica oggi utilizzate, ma che permetta di sperimentarne di nuove e di quantificarne i risultati

Sistemi riabilitazione sanitaria

BIOMEDICALE – Gloreha Home TC

Bando di invito a presentare progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nei settori strategici di Regione Lombardia e del MIUR.

Negli anni la ricerca ha portato allo sviluppo di dispositivi meccanici riabilitativi complementari al
trattamento tradizionale del fisioterapista che permettono di incrementare l’intensità e la qualità della riabilitazione. Uno degli ultimi nati è Gloreha Professional, un dispositivo ospedaliero per il trattamento della mano.

L’obiettivo di questo progetto è sviluppare un dispositivo/sistema di teleriabilitazione dell’arto superiore dedicato al paziente neurologico, focalizzato in particolare sul recupero dei movimenti della mano e del polso che sono fondamentali nello svolgimento delle attività della vita quotidiana: un “modulo” in grado in prospettiva di integrarsi in un più ampio e completo servizio di tele-gestione clinica del processo di cura domiciliare per patologie neurologiche.

Studio e ottimizzazione di rotori per pompe olio ad impiego automobilistico

Attività di ricerca svolta per SALERI-SIL Lumezzane (Brescia), in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale dell’Universtà di Brescia.

Il lavoro ha come primo obiettivo quello di individuare una metodologia matematica generale di sintesi dei profili della pompa gerotor. L’approccio classico permette di generare dei profili a partire da curve generatrici tipicamente circolari; si vuole estendere la metodologia a forme geometriche generalmente complesse descrivibili mediante curve di Bezier.

La generazione della procedura porta con sé una maggior flessibilità nella forma dei profili ottenuti e quindi una maggiore libertà di scelta del profilo che meglio rispetta le specifiche necessità a cui la pompa dovrà far fronte. Si vuol proporre a tal proposito una ricerca automatica della soluzione ottima. Le caratteristiche tipicamente richieste alla pompa sono:

– Ridotta rumorosità

– Usura contenuta

– Elevate efficienze

– Rispetto di determinate cilindrate e ingombri massimi.

Si intende proporre una metodologia di ottimizzazione del profilo, migliorando per quanto possibile le prestazioni indicate. Più nello specifico si intende utilizzare un algoritmo genetico per spostare i nodi della curva di Bezier del profilo generante per migliorare le prestazioni volute.

Innovazione ambito automobilistico

Simulazione e progettazione di un forno per macchine per soffiaggio di PET

M. Mor [1], C. Seneci [1], V. Zacché [1], C. Remino [1], G. Petrogalli [1], D. Fausti [1], [1] Polibrixia, Brescia, Italia

Questo lavoro presenta lo studio e la progettazione di un forno di nuova generazione per macchine per soffiaggio di PET. Il progetto ha affrontato diverse sfide tecniche quali: la distribuzione della temperatura nelle aree critiche, il raggio di curvatura tagliente, l’elevata inerzia termica del PET e la presenza di elementi di contorno che hanno influito sulle prestazioni complessive. Il lavoro ha incluso un’analisi del materiale preforme e l’influenza della geometria sul processo di riscaldamento e trasformazione, seguita dalla definizione del modello da implementare nella simulazione. Infine una serie di simulazioni volte a simulare il sistema di riscaldamento a infrarossi e il sistema di raffreddamento convettivo, necessario per controllare il processo di riscaldamento, ottenendo la distribuzione ideale della temperatura, più efficienza, risparmio energetico e maggiore modularità.